aforismi

Aforismi….i miei preferiti


LE STELLE

Punta a costruire la luna: se non ci riuscirai, avrai vagabondato tra le stelle
(Les Brown)

Le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell'infinito
(Confucio)

Scusate un momento, ma quello che state facendo cosa c’entra con le stelle?
(Luigi Giussani)

C’è chi si fissa a vedere solo il buio. Io preferisco contemplare le stelle. Ciascuno ha il suo modo di guardare la notte
(Victor Hugo)

Non è vero che le stelle ci sono avverse, siamo noi che spesso le guardiamo con occhi velati
(Romano Battaglia)

LA SAGGEZZA

Osservate con quanta previdenza la natura, madre del genere umano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell'uomo più passione che ragione perchè fosse tutto meno triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso. 
Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un'eterna giovinezza. 
La vita umana non altro che un gioco della Follia.

(Erasmo da Rotterdam)


Porto addosso le ferite di tutte le battaglie che ho evitato
(Fernando Pessoa)

Tra vent'anni sarai più infastidito dalle cose che non hai fatto che da quelle che hai fatto. Perciò molla gli ormeggi, esci dal porto sicuro e lascia che il vento gonfi le tue vele. Esplora. Sogna. Scopri
(Mark Twain)

Nessuno può bagnarsi due volte nelle acque dello stesso fiume
(Eraclito)

La realtà non è ciò che accade, ma ciò che facciamo con ciò che accade
(Aldous Huxley)

Tutte le cose non sono se non ciò che noi pensiamo che siano e quindi tutte le cose sono quello che vogliamo che siano. Perciò, tutte le volte che vuoi, smetti di dare un significato alle cose in base a ciò che pensi, sopprimi cioè le opinioni che ti fai intorno ad esse, e come chi ha doppiato il promontorio, troverai un  mare calmo, un’assoluta tranquillità e un’insenatura riparata dai flutti (Marco Aurelio)

Non sono le cose reali a turbare gli uomini, ma le opinioni che essi si fanno delle cose (Epitteto)

Sopprimi l’opinione che ti sei fatto nella mente e sopprimerai il “sono stato offeso”; sopprimi il “sono stato offeso” e sopprimerai l’offesa
(Marco Aurelio)

Se non hai per primo rispetto di te, nessuno può averne per te
(Sesto Afranio Burro)

Vuoi vivere. Ma sai farlo?
(Seneca)

Si può salire in cielo anche dal luogo più remoto e oscuro
(Seneca)

Non sono nato per starmene sempre nello stesso identico angolo, la mia patria è tutto questo mondo
(Seneca)

Scava dentro di te, perché dentro di te è la fonte del bene e zampillerà senza fine, se continuerai a scavare
(Marco Aurelio)

Cala sempre il silenzio su chi non sa rischiare
(Pindaro)

Il pauroso prima edifica i suoi timori, poi vi ci installa sopra
(Emil Cioran)

Da una nocciola nasce un nocciòlo, da una ghianda una grande quercia
(massima medievale)

Si deve conquistare e governare, oppure servire e perdere, soffrire oppure trionfare, essere l’incudine oppure il martello
(Johan Wolfgang Goethe)

Gran parte di ogni miglioramento sta nella volontà di migliorare
(Seneca)

Ognuno vale tanto quanto le cose a cui dà importanza
(Marco Aurelio)

Tutto ciò che può essere fatto con poco, invano viene fatto con molto
(Guglielmo da Occam)

Due cose danno il massimo vigore allo spirito: la fede nella verità e la fiducia in se stessi (Seneca)

Il valore di un uomo si misura alla prova dei fatti (Pindaro)

L’anima si cura con certi incantesimi, e questi incantesimi sono i discorsi belli (Platone)

La più dolce musica si ha quando le parole sono in armonia con le azioni
(massima medievale)

Faber est suae quisque fortunae
(Appio Claudio Cieco) 

"Due cose mi riempiono l'animo di ammirazione e venerazione sempre nuova e crescente, quanto più spesso e più a lungo la riflessione si occupa di esse: il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me".
(Emmanuel Kant)


Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.
(papa Francesco)


IL TEMPO

Panta rei
(Eraclito)

Carpe diem et neque querula postero  
(Orazio)

Ricordati che l’uomo non vive altro tempo che quell’istante che è il presente: Il resto o lo ha già vissuto o non sa neppure se lo vivrà. Piccola cosa dunque è il tempo in cui egli vive; piccola cosa l’angolo della terra dove vive; piccola cosa anche la più lunga fama che egli può lasciare di sé presso i posteri
(Marco Aurelio)

Unico vero giudice della verità è il tempo
(Pindaro)

L’uomo è soltanto un soffio; i suoi giorni, un’ombra che passa
(Salmo di Davide, 144 -5)

Aspetta tutto dal futuro chi non sa vivere il presente
(Seneca)

Mentre parliamo il tempo fugge invidioso
(Orazio)

LA VITA

Se pensi alla velocità con cui passa e scompare tutto ciò che esiste e che nasce, se pensi all’abisso senza fondo del passato e del futuro, dove tutto è svanito o svanirà, scoprirai quanto è insensato inorgoglirsi, affannarsi o lamentarsi come se ciò che ci succede fosse destinato a durare a lungo
( Marco Aurelio)

La maggior parte degli uomini ondeggia tra il timore della morte e i tormenti della vita, così non ha il coraggio di vivere e non sa morire
(Seneca)

La vita è sogno
(Pedro Calderon de la Barca)

E’ lunga la vita, se è piena
(Seneca)

La vita è una commedia: non importa quanto è lunga, ma come è recitata
(Seneca)

Una buona occasione nella vita si presenta sempre. Il problema è saperla riconoscere...
(Tiziano Terzani)

Quando il giorno volge alla fine, rifletti. Pensa ancora una volta alle preoccupazioni che ti ha portato. Serbane un paio e le altre gettale via
(Calvin O. John)

Il successo produce successo: chi può, può perché tutti pensano che possa
(Virgilio)

L’uomo è misura di tutte le cose, di quelle che sono per ciò che sono, di quelle che non sono per ciò che non sono
(Protagora)

Il frutto più grande del bastare a se stessi è la libertà
(Epicuro)

Veramente padrone di sé e veramente felice è chi ogni giorno può dire “Ho vissuto” (Orazio)

Ognuno deve imparare a riporre le sue speranze solo in se stesso
(Virgilio)

Non puoi insegnare qualcosa a un uomo. Puoi aiutarlo a scoprire quello che ha dentro di sé
(Galileo)


Quando siamo troppo allegri, in realtà siamo infelici. Quando parliamo troppo, in realtà siamo a disagio. Quando urliamo in realtà, abbiamo paura. In realtà, la realtà non è quasi mai come appare...
(Virginia Woolf)


LE PAROLE

Le parole sono medicina per l’animo che soffre
(Eschilo)

C’è più ragione nel tuo corpo che nella tua migliore sapienza
(Friedrich Nietzsche)

Dà voce alla sofferenza. Il dolore che non parla imprigiona il cuore agitato e lo fa schiantare
(William Shakespeare)

Scrivo ciò che sento perché così facendo abbasso la febbre del sentire
(Fernando Pessoa)

La maggioranza dei problemi non deriva dalle risposte che ci diamo ma dalle domande che ci poniamo
(Emmanuel Kant)

IL VIAGGIO

Non si scoprono nuove terre se non si accetta di perdere di vista per molto tempo la terraferma
(André Gide)

Il viaggio finisce dove l’amore incomincia
(William Shakespeare)

Chi vuol muovere il mondo prima muova se stesso
(Socrate)

Vivere non è indispensabile, indispensabile è navigare, è creare
(Fernando Pessoa)

Come tutti i viaggiatori ho visto più di quanto ricordo e ricordo più di quanto ho visto
(Benjamin Disraeli)

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre, ma nel trovare nuovi occhi
(Marcel Proust)

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza
(Dante, Inferno, canto XXVI)

Si può salire in cielo anche dal luogo più remoto e oscuro
(Seneca)

L’importante è sapere in che stato d’animo arrivi, non dove arrivi
(Seneca)

E’ l’animo che deve cambiare, non il cielo sotto cui vivi
(Seneca)

Io non evolvo, viaggio
(Fernando Pessoa)

Il tuo spirito deve cambiare, non il cielo sotto cui vivi. La furia con cui continuamente viaggi di qua e di là non serve a nulla. E sai perché non trovi sollievo nella fuga? Perché fuggi portandoti sempre dietro te stesso
(Seneca)




1 commento: